San Trovaso 1

Se vi trovate dalle parti delle Zattere per passeggiare al sole e gustarvi un gelato, non potete rinunciare a visitare lo squero di S. Trovaso, uno dei più antichi e più famosi squeri di Venezia.
In questo cantiere – la parola “squero” deriva probabilmente da “squara”, in veneziano la “squadra” usata dai maestri d’ascia – si costruiscono gondole almeno dal XVII secolo, se non da prima. Ed è uno dei pochissimi squeri ancora in attività. In origine, a Venezia il termine squero indicava genericamente il cantiere navale per la costruzione, la manutenzione e il ricovero delle imbarcazioni di ogni dimensione, sia a remi che a vela, dai piccoli sandołeti fino alle grandi galee da guerra. Quando, però l’Arsenale accentrò tutta la cantieristica per le grandi navi, sia militari che mercantili, l’ attività degli squeri si specializzò in imbarcazioni più piccole, di uso privato.
Questi piccoli cantieri sono edificati su piani inclinati verso il “rio” o il canale, per agevolare il varo o la messa a secco delle barche. Alle spalle del piano, recintato su due lati, è presente una costruzione in legno coperta e aperta verso il piano di varo, detta tesa che funge da zona di lavoro e riparo dalle intemperie e deposito degli attrezzi. Generalmente le abitazioni vicine o il piano superiore dello squero fungono anche da abitazione del proprietario o del capomastro.
A San Trovaso i maestri artigiani fabbricano le gondole a mano – e con le braccia, visto che non ci sono argani per muovere i natanti in costruzione – assemblando i 280 pezzi necessari, composti da otto diverse essenze di legname, senza seguire progetti scritti, esattamente come si faceva più di un secolo fa. Per completare una gondola è necessario almeno un anno di lavoro.
san trovaso 2
L’edificio che ospita l’antico Squero ha la forma di una tipica casa di montagna. È un caso unico a Venezia, dovuto all’origine alpina di molti maestri d’ascia. Infatti carpentieri e legnami provenivano dal Cadore con i convogli di zattere lungo il Piave sino a Venezia ed era naturale che costruissero manufatti simili alle loro abitazioni d’origine.
Negli squeri si costruivano varie tipologie di imbarcazioni come, ad esempio, le bellissime gondole.
Le gondole sono ottimi mezzi di trasporto, molto rilassanti, perché ti fanno ondeggiare di qua e di là.
gondola
Questa imbarcazione è attualmente usata soprattutto a scopi turistici, ma anche per cerimonie come matrimoni e funerali, nonché come traghetto per trasportare le persone da una riva all’altra del Canal Grande. Per quest’ultimo compito vengono utilizzati i cosiddetti gondolóni o barchette, particolarmente capienti e mossi da due rematori, uno a poppa e uno a prua.
Le serenate in gondola tradizionalmente si svolgono principalmente nella stagione estiva e consistono in un piccolo corteo di una decina di gondole, una delle quali ospita un cantante solitamente accompagnato da una fisarmonica.
La gondola è perfetta per ogni tipo di occasione.
San trovaso
Julia Crepaz classe 2 D
(Disegno di Fabi Fardin Uzzaman 2 D)
Squero Fabi

mappa san torvaso

Annunci