Case di Marco Polo

Osservando le facciate degli antichi palazzi di Venezia se si passa nel sestiere di Canareggio si può notare la Corte del Milion.
Le chiamano le Case di Marco Polo, anche se l’esploratore veneziano visse qualche tempo prima della loro costruzione.
Prende il nome dal Milione, un libro che fu dettato da Marco Polo, ma sembra anche che Milione fosse l’abbreviazione di Emilione, ossia il soprannome della famiglia Polo.
Quando si arriva si può notare una corte molto più piccola chiamata Corte prima del Milion dove ci si può fermare a mangiare nell’ osteria più antica e ancora attiva di Venezia, oppure in un elegante ristorante.
Oltrepassando il sottoportico si arriva alla Corte seconda del Milion che conserva dei magnifici elementi architettonici tipici del periodo Veneto-Bizantino, si possono quindi ammirare archi, tetti di legno, pilastri e patere.
Milion
Sopra il basso sottoportico si possono notare le numerose finestre ad arco trilobato sempre tipiche dello milion 2stile VenetoBizantino, nel quale sono stati costruiti il Palazzo Ducale e la Ca’D’Oro.
Al centro della corte si può notare un’antica vera da pozzo, che nel 2002 è stata rialzata durante i restauri del vicino Teatro Malibran, che isolava da infiltrazioni di acque salse e sabbia il filtraggio delle acque piovane.
Proseguendo oltre il secondo sottoportico si giunge al ponte di Marco Polo da cui si può vedere il retro del prestigioso Teatro Malibran.
È una delle corti più belle e interessanti di Venezia che vi consiglio di andare a visitare.
Fiona Zennaro classe 2 D
(Disegno di Fiona Zennaro 2 D)Fiona milione
(Disegno di Seck Abdoul Aziz 2D)Case di marco Polo Abdoul
Cartina Corte del Milion fiona

http://www.veneziatiamo.eu/Cortesecondadelmilion.html

 

Annunci