Pavimentazione spina pesce 1

La bellezza e singolarità di Venezia, non è costituita solo dai palazzi e dalle architetture, ma basta chinare il capo per osservare la particolare pavimentazione dei campi e delle calli.
Oggi, quasi ovunque potete passeggiare su una pavimentazione stradale fatta di masegni di trachide euganea. Il masegno è un blocco di pietra, spinato nella faccia superiore e sbozzato a semisfera in quella inferiore.
Ma non è sempre stato così.
In passato si sostituì la terra battuta dapprima con una pavimentazione costituita da mattoni di cotto disposti a spina di pesce. I documenti ricordano che anche Piazza San Marco dal 1267 era pavimentata con mattonelle di cotto disposte a spina di pesce, che vennero rinnovate nel 1392 sotto il Doge Venier, con inserti in pietra d’Istria, che suddividevano in comparti squadrati l’area della piazza. Si dice che dal 1406 questi riquadri indicassero le zone in cui era suddiviso il mercato che si teneva in quel luogo.
Oggi sono rimaste poche le testimonianze di questa antica pavimentazione. Un esempio si può trovare  davanti alla Chiesa della Madonna dell’Orto, o sul Ponte Benedetti.

Madonna_dell'OrtoPavimentazione spina pesce

Venezia mostra sempre la sua unicità ed è come fare un salto nel tempo, percorrendo le sue calli e calpestando le stesse pietre che hanno secoli di storia.
Seck Ndeye Marie e Rreze Krasniqi classe 2 D

Pavimentazione RRreze

Disegno di Rreze Krasniqi 2 D

Pavimentazione Federico

Disegno di Federico Gerotto 2D

Pavimentazione Anna

Disegno di Anna Brusò 2 D

 

kyir68r68tyuw

Annunci