cattura google maps

Nei pressi della Chiesa della Madonna dell’Orto, nel Sestiere di Cannaregio, si possono notare quattro statue incastonate nei muri delle case. Ci troviamo in Campo dei Mori, un campo situato vicino alla Parrocchia della Madonna dell’Orto, a pochi minuti dal Campo del Ghetto Nuovo. Campo dei Mori è un luogo poco visitato dai turisti, ma è molto famoso per le sue strane statue.

Per arrivare qui bisogna procedere in direzione nord-est su Campo dei Mori verso fondamenta Contarini. Questo posto è caratterizzato dall’insieme di case antiche che si restringono in lungo, dalle quattro statue che ne spiegano il nome, da una vecchia e originale pavimentazione e al centro c’è un pozzo utilizzato per un sistema di raccolta dell’acqua e dove possono bere gli animali. Nei dintorni si può incontrare un signore di nome Egidio che sarà molto disponibile a parlare della storia del Campo dei Mori.

20160514_100709

nella foto: Campo dei Mori visto dal centro, dove è situato il pozzo, che mostra la facciata sinistra del campo (dando le spalle al canale), dove si può vedere il nome del campo.

Dando le spalle al canale, si può vedere questo particolare luogo, il Campo dei Mori, dove quattro strane statue bianche guardano i passanti. Incastrata all’angolo formato dall’Osteria “L’Orto dei Mori”, troviamo una vecchia e famosa statua, il Sior Rioba.

20160514_100614

nella foto: la statua del Sior Rioba che evidenzia il particolare naso di ferro e il suo nome scolpito sulla pietra vicino alla testa.

La statua del Sior Rioba (Signor Antonio Rioba) ha un’origine incerta, ma sembra collegata al periodo di costruzione del Palazzo Mastelli del Cammello, nel XII secolo.

Secondo una cronaca questo palazzo e altri edifici che si affacciano sul campo, vennero costruiti dalla famiglia Mastelli giunta a Venezia nel 1113 dalla Morea (Peloponneso), quindi definiti “Mori”. La famiglia era formata da tre fratelli: Rioba, Sandi e Alfani, che ora sono rappresentati come statue situate in una nicchia nel Campo dei Mori.

Nell’Ottocento la statua del Sior Rioba perse il naso e gli fu rifatto con un pezzo di ferro improvvisato. Nacque così la leggenda che sfregando il nuovo naso si avrebbe avuto fortuna.

Michele Gobbo   2 °C

https://it.wikipedia.org/wiki/Antonio_Rioba

Annunci