mappa2

Lo splendido museo diocesano d’arte sacra, Sant’Apollonia, voluto dal patriarca Albino Luciani, venne aperto al pubblico nel 1977, in occasione della mostra per il restauro dei Cavalli Bronzei della basilica di San Marco.Per arrivare a questo museo bisogna,(dando le spalle alle colonne di San Marco e San Teodoro in piazza San Marco), attraversare il ponte della Riva degli Schiavoni e proseguire verso sinistra.Il chiostro Romanico ospita il Lapidario Marciano, una raccolta di frammenti lapidei romani, venuti dalla basilica di San Marco.Il museo possiede un’importante ed antica collezione di argenteria, composta da circa 200 pezzi.Inoltre il museo ha una raccolta di Madonne Vestite con preziosi abiti veneziani.Con “Madonna Vestita” si indica la Vergine Maria, da sola o con bambino Gesù, ornata con abiti e tessuti pregiati.Sono esposti eleganti merletti veneziani databili dal XVI al XVIII secolo.Si possono vedere anche codici miniati, fra cui: una mariegola,(Il nome è un alterazione di “matricola” e indica delle corporazioni d’arte e mestieri tipici di Venezia) e quaranta dipinti d’arte contemporanea.

DSCN3184

Nella foto:                                                                                                                                         L’interno del chiostro romano, museo diocesano d’arte sacra Sant’Apollonia, Venezia.

Gaia Guzzon  2°C

Annunci