In tutto il mondo ne esiste soltanto un altro simile, a San Rafael, in Argentina. Il giardino-labirinto è dedicato a Jorge Luis Borges e si trova nel cortile della Fondazione Cini, sull’isola di San Giorgio Maggiore. L’incredibile opera, realizzata dall’architetto Randoll Coate con 3.250 piante di bosso, è ispirata a Il giardino dei sentieri che si biforcano, uno dei racconti più celebri dello scrittore argentino.

L’immagine del labirinto è centrale nella poetica di Jorge Luis Borges (Buenos Aires, 1899 –,Ginevra, 1986). Essa costituisce un’allegoria della complessità del mondo, la cui intelligibilità non è afferrabile attraverso la sola ragione.
Il labirinto per lo scrittore argentino è “un edificio costruito per confondere gli uomini”, nel senso che la sua stessa architettura è funzionale a tale fine: la confusione e lo stupore degli uomini.

La tortuosità dei suoi percorsi rinvia simbolicamente all’insufficienza di uno sguardo meramente razionale sul reale, la cui consistenza ontologica cela, sotto un’apparente regolarità, significati più complessi e profondi. Orari della Fondazione: sabato e domenica, ore 10-16 (da ottobre a marzo); ore 10-17 (da aprile a settembre). Visite nei giorni feriali solo su prenotazione

Mappa per come arrivarci:

https://www.google.it/maps/place/Labirinto+Borges,+30133+Venezia/@45.4356767,12.3248778,13z/data=!4m2!3m1!1s0x477eae2bc379f1e1:0x14c97c62ae11b42c

Indicazioni da Piazzale Roma:

https://www.google.it/maps/dir/Piazzale+Roma,+Venezia+VE/Labirinto+Borges,+30133+Venezia/@45.4338454,12.3232769,14z/data=!4m8!4m7!1m2!1m1!1s0x477eb1b80e67ad3b:0x2ba4e1f7e586a8cd!1m2!1m1!1s0x477eae2bc379f1e1:0x14c97c62ae11b42c!3e0

Bottacin Francesco 2B

Annunci