La nuova Cittadella della Giustizia si trova a Piazzale Roma, terminal automobilistico di Venezia, l’area è di circa cinquantamila metrimmagine-51i quadri.
Quest’area è stata la sede delle Manifatture dei Tabacchi di Venezia per due secoli.
Tra la fine degli anni ottanta e metà degli anni novanta il Demanio di Stato cessò l’attività produttive delle Manifatture, il Comune decise così di acquistare l’intera area per raggruppare tutti gli uffici giudiziari in un unica sede. Nel 2000 è stato fatto il progetto definitivo della Cittadella della Giustizia, nel 2002 è stato redatto il progetto esecutivo e nel 2004 iniziarono i lavori. Alcuni degli edifici restaurati vengono consegnati nel 2010 mentre il nuovo edificio è stato consegnato nel 2012. L’edificio proggettato dallo studio C+S Architets, è un innesto nella complessità del sistema urbano veneziano, si affaccia su P.le Roma lo spazio auto-ingresso della città di Venezia ed è allo stesso tempo l’infrastruttura che permette di rigenerare il sistema degli edifici esistenti ( ex Manifatture Tabacchi).
Infatti due piani dell’edificio ospitano gli impianti tecnologici che permetteranno di riutilizzare il sistema delle Manifatture dei Tabacchi. Ai piani superiori si trovano uffici del Tribunale.
Nella hall d’ingresso ci saranno spazi commerciali aperti alla città. Le dimensioni dell’edificio si confrontano con il grande vuoto di Piazzale Roma di fronte al ponte di Calatrava e con la dimensione degli edifici ottocenteschi delle ex Manifatture i volumi creano una grande suggestione di spazio per la maggior parte illuminata dal tetto con il sistema di illuminazione zenitale. Ha una forma semplice e compatta derivante dalla manipolazione della tipologia edilizia industriale veneziana , verso Piazzale Roma il volume non si appoggia a terra c’è uno sbalzo di cinque metri da dove nasce l’ingresso. Sembra un’ombra che accoglie le persone riorientandole poi all’interno dove si trova una scala metallica che distribuisce a tutti i piani dell’edificio.
Il materiale utilizzato all’esterno è nastro di rame ossidato, il rame a Venzia è il materiale che caratterizza le coperture dei monumenti. In questo progetto il materiale diventa la metafora che rappresente l’istituzione, la Casa della Giustizia è come un grande tetto che accoglie i cittadini in un grande spazio luminoso e trasparente. L’edificio sembra quasi come la sua ombra una tesa in bilico tra storia e contemporaneità.
Dal 4 agosto 2011 la direzione dei lavori è stata condotta dall’ufficio Tecnico Comunale, l’investimento complessivo a lavori conclusi supererà i cento milioni di euro, il progetto oltre a Comune di Venezia coinvolgerà altri enti territoriali, l’Amministrazione della Giustizia e la Sopraintendenza per i Beni Ambientali e Archittetonici.
Da giugno 2015 il Comune sta provando a mandare avanti i lavori per il secondo lotto di edifici della Cittadella della Giustizia, purtroppo i 17 milioni di euro che avrebbero dovuto arrivare dal Ministero dell Giustizia non sono mai arrivati. Il Comune sta cercando investitori privati per poter concludere il proggetto.

Non tutti i cittadini veneziani apprezzano la nuova Cittadella in quanto dicono essere una struttura troppo moderna per Venezia.

Cittadella-mappa1

In autobus o in macchina
Si può arrivare con uno dei numerosi autobus urbani che portano a Venezia, scendendo al capolinea, oppure in automobile: in questo caso, è possibile parcheggiare in uno dei garage oppure nel grande parcheggio dell’isola del Tronchetto, poco lontana, da dove prendere il trenino sopraelevato –people mover– che arriva in meno di cinque minuti esattamente davanti all’ingresso della Cittadella della Giustizia.
In trenoCittadella-mappa-
Usciti dalla stazione ferroviaria di Venezia-Santa Lucia, si prosegue a destra costeggiando il Canal Grande e percorrendo il nuovo Ponte della Costituzione, disegnato da Santiago Calatrava. Quindi si attraversa Piazzale Roma fino all’ingresso della palazzina 16 della Cittadella della Giustizia.
ACCESSIBILITA’
Il nuovo edificio che ospita il Tribunale di Sorveglianza e l’Ufficio di Sorveglianza, nella Cittadella della giustizia in Piazzale Roma, è stato progettato e costruito secondo le norme previste per la fruibilità delle persone diversamente abili.

Virginia Novello 2^A

Annunci